Area riservata

Inserire username e password per accedere all'area privata

o se sei un un nuovo utente, clicca qui per registrarti

Minimo 5 caratteri

Minimo 8 caratteri

RASSEGNA NEWS DELLA SETTIMANA – Agg. al 07.02.2019

7 febbraio 2019

GESTIONE SEPARATA 2019: NESSUN AUMENTO DELLE ALIQUOTE CONTRIBUTIVE

Con la circolare n. 19 del 6 febbraio 2019, l’INPS ha confermato le aliquote per il calcolo dei contributi dovuti da tutti i soggetti iscritti alla Gestione Separata a valere sull’anno 2019; non si registra alcun aumento delle aliquote contributive rispetto all’anno 2018.

Con il medesimo documento l’Istituto ha altresì comunicato il valore minimale e il valore massimale del reddito erogato.

Di seguito riepiloghiamo le aliquote applicabili a collaboratori e figure assimilate:

  • Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie per i quali è prevista la contribuzione aggiuntiva Dis-Coll: 34,23% (33,00 + 0,72 +0,51 aliquote aggiuntive);
  • Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie per i quali non è prevista la contribuzione aggiuntiva Dis-Coll: 33,72% (33,00 + 0,72 aliquote aggiuntive)
  • Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria: 24%.

NUOVI IMPORTI DELLE SANZIONI IN MATERIA DI LAVORO: ATTENZIONE ALLA RECIDIVA!

Con nota n. 1148 del 5 febbraio 2019, l’I.N.L. ha fornito importanti precisazioni sul concetto di “recidiva” a cui risulta collegata l’applicazione maggiorazione di alcune sanzioni in materia di lavoro prevista dalla Legge di Bilancio 2019.

Ricordiamo infatti che è stato previsto il raddoppio delle maggiorazioni in caso di recidiva del datore di lavoro in quanto destinatario, nei 3 anni precedenti, di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti.


COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO DEI CENTRALISTI NON VEDENTI: SANZIONI IN CRESCITA

Con Decreto Direttoriale 13 del 31 gennaio 2019, il Ministero del lavoro ha comunicato l’aumento delle sanzioni riferite alla disciplina del collocamento obbligatorio dei centralinisti non vedenti.

Ricordiamo infatti che sono obbligati all’assunzione di centralinisti non vedenti, tutti i datori di lavoro privati dotati di un centralino con operatore con almeno cinque linee telefoniche e presso i datori di lavoro pubblici dotati di centralino con operatore, indipendentemente dal numero di linee disponibili.



Iscriviti alla newsletter


Dichiaro di aver preso visione dell’INFORMATIVA SULLA PRIVACY e autorizzo il trattamento dei miei dati personali

© 2016 Studio Paserio | Privacy Policy | Credits