Area riservata

Inserire username e password per accedere all'area privata

o se sei un un nuovo utente, clicca qui per registrarti

Minimo 5 caratteri

Minimo 8 caratteri

RASSEGNA NEWS DELLA SETTIMANA – Agg. al 06.12.2018

6 dicembre 2018

Comunicazione Pari Opportunità 2018 Uomo Donna PaserioTASSO DI DISPARITÀ UOMO-DONNA SUPERIORE AL 25%: INDIVIDUATI I SETTORI E LE PROFESSIONI PER L’ANNO 2019

Il Ministero del lavoro e il Ministero dell’Economia hanno individuato, con decreto n. 420/2018, i settori e le professioni caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% la disparità media uomo-donna. I settori e le professioni elencati nelle tabelle A e B del decreto, rilevano, nel settore privato in merito ai fine della concessione degli incentivi sulle assunzioni previsti dall’art. 4 della Legge 92/2012 per l’anno 2019.


IMPRESE ARTIGIANE: RIDUZIONE DEL PREMIO ASSICURATIVO IN ASSENZA DI INFORTUNI

Il Ministero del lavoro e il Ministero dell’Economia hanno fissato, con il decreto 11 ottobre 2018, al 7,09% la riduzione dell’importo del premio assicurativo, per l’anno 2018, per le imprese artigiane che non hanno avuto infortuni nel biennio 2016/2017.


rassegna news paserioMALATTIA ALL’ESTERO: LA GUIDA INPS AGGIORNATA

L’Inps, con la Guida sulla certificazione di malattia all’estero, aggiornata a ottobre 2018, ha fornito informazioni operative da seguire in caso di assenza dal lavoro per malattia nel caso in cui i lavoratori soggiornino temporaneamente fuori dall’Italia.

La guida offre indicazioni, distinguendo tre casi principali:

  • malattia insorta in un Paese UE;
  • malattia insorta in un Paese extra UE che abbia stipulato accordi o convenzioni bilaterali di sicurezza sociale con l’Italia;
  • malattia insorta in un Paese extra UE che non abbia stipulato accordi o convenzioni bilaterali di sicurezza sociale con l’Italia.

L’Istituto sottolinea che, ai fini del riconoscimento della prestazione economica, è necessaria una certificazione medica contenente tutti i dati ritenuti essenziali dalla normativa italiana ma conforme, contestualmente, alla legislazione del Paese in cui si trova il lavoratore, il quale, anche all’estero, è tenuto a rispettare le fasce orarie di reperibilità per le visite mediche di controllo.



Iscriviti alla newsletter


Dichiaro di aver preso visione dell’INFORMATIVA SULLA PRIVACY e autorizzo il trattamento dei miei dati personali

© 2016 Studio Paserio | Privacy Policy | Credits