Area riservata

Inserire username e password per accedere all'area privata

o se sei un un nuovo utente, clicca qui per registrarti

Minimo 5 caratteri

Minimo 8 caratteri

studio-consulenza-del-lavoro vertenza-sindacale
Consulenza del lavoro Quesiti online

Vertenza sindacale

La vertenza sindacale è un’iniziativa intrapresa dal dipendente nei confronti del proprio datore, nel momento in cui esso non riconosce i sui diritti, previsti dal contratto di lavoro, dai CCNL e dalla normativa nazionale e regionale. Risolvere un rapporto di lavoro tramite vertenza sindacale vuol dire recedere dall’accordo bilaterale che è stato stipulato all’inizio della prestazione lavorativa e, come tutte le risoluzioni contrattuali, potrebbe comportare un contenzioso, soprattutto nel caso di licenziamento da parte del datore di lavoro.

Il licenziamento.

Il licenziamento è una tipologia di vertenza sindacale, un istituto giuridico con il quale si mette fine al rapporto di lavoro. La motivazione esplicitata sulla lettera di licenziamento diventa quindi fondamentale in caso di impugnativa da parte del lavoratore in quanto la stessa, potrebbe essere dichiarata nulla, illegittima e/o inefficace.

Prima di intimare un licenziamento è importante che il Consulente del Lavoro, venga messo a conoscenza dei fatti accaduti e venga reso edotto sulle modalità di svolgimento dell’intero rapporto di lavoro oltre che sulle eventuali intenzioni dell’imprenditore di assumere nuovo personale. Capire il contesto aiuta il professionista ad assistere al meglio il proprio Cliente, procedendo formalmente e nella sostanza a seguire la procedura di licenziamento più consona ai sensi di quanto disposto dalla normativa di legge.

Sia in caso di licenziamenti individuali (soggettivi od oggettivi), che in caso di licenziamento individuale plurimo o licenziamento collettivo, il rapporto con il legale della controparte, o con l’organizzazione sindacale a cui il dipendente ha conferito mandato, risulta di estrema importanza. Spesso, dopo i primi incontri, si addiviene ad un accordo transattivo stragiudiziale (in cui le parti risultano “win win”); talvolta questo non risulta possibile e occorre agire in giudizio.

Vertenza di lavoro: tempi e costi

I principali casi in cui promuovere una vertenza di lavoro sono:

  • richiesta di differenze retributive;
  • anomalie relative alla contabilizzazione di ferie e permessi;
  • errato inquadramento contrattuale in base alle mansioni svolte;
  • impugnativa della motivazione addotta nella lettera di licenziamento;
  • contestazione della tipologia del rapporto di lavoro instaurato tra le parti.

Per quanto riguarda i tempi non è possibile formulare una previsione precisa. Per informazioni sui costi di gestione di un’eventuale vertenza sindacale, potete fissare un appuntamento con i nostri consulenti.

Il nostro Studio è supportato da avvocati specializzati in materia del lavoro che possono assistere le aziende con la massima professionalità, serietà e trasparenza.

Iscriviti alla newsletter


Dichiaro di aver preso visione dell’INFORMATIVA SULLA PRIVACY e autorizzo il trattamento dei miei dati personali

© 2016 Studio Paserio | Privacy Policy | Credits